24 Ore di Le Mans, l’86esima edizione si chiude con il trionfo di Toyota e di Alonso

L’86esima edizione della 24 Ore di Le Mans si chiude con la vittoria del Team Toyota Gazoo Racing. Il Marchio giapponese attendeva questo risultato da due decenni e Domenica 17 Giugno 2018 sul meraviglioso circuito della Sarthe è riuscito a coronare questo sogno, transitando sotto la bandiera a scacchi con due vetture nelle prime due posizioni.

Un successo annunciato, sia pure agevolato dall’assenza di competitors diretti come Audi e Porsche, che però non ha sminuito la vittoria, raggiunta grazie all’incredibile affiatamento tra Team e piloti e all’affidabilità raggiunta dalle vetture giapponesi. Alla guida della Toyota TS050 Hybrid n° 8, l’equipaggio formato da Sébastien Buemi, Kazuki Nakajima e Fernando Alonso, partito dalla pole grazie ad un giro fantastico realizzato dal giapponese, è giunto alla vittoria dopo 388 giri, davanti alla gemella n° 7 guidata dai piloti Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López.

 

All’arrivo, Kazuki Nakajima, ha dichiarato:

“È bello essere qui finalmente è trascorso molto tempo. Sono quasi senza parole. Ho avuto grandi compagni di squadra e la Toyota ci ha regalato un’auto molto affidabile e molto performante. Abbiamo concluso la gara senza alcun problema su entrambe le vetture e ho sentito dentro di me che potevamo di vincere la gara. Arrivare primi è stato un grande sogno che Toyota inseguiva dal  1985. Sono state tante le persone ad aver contribuito a questo grande successo, sono orgoglioso di averne fatto parte e di essere il primo pilota giapponese ad aver vinto la 24 Ore di Le Mans su un’auto giapponese”

 

Il grande impegno di Alonso

Nel corso dell’intera gara, dopo aver percorso 3.285 miglia, le due auto si sono avvicendate diverse volte al comando; due le penalità inflitte alla vettura n° 8, solo una alla n° 7. Questo ha richiesto ad Alonso un notevole impegno nel turno di notte, per recuperare, insieme a Nakajima, oltre due minuti di ritardo accumulati inizialmente, anche a causa di una penalità inflitta a Buemi. Un problema di rifornimento carburante occorso nella giornata di ieri alla vettura n° 7 ha di fatto consentito a Nakajima di transitare al traguardo con due giri di vantaggio sul connazionale  Kobayashi.

Akio Toyoda, Presidente della Toyota, si è congratulato con il team e ha attribuito il loro successo al duro lavoro, alla ferma determinazione di tutte le persone coinvolte e all’impegno per il kaizen – il miglioramento continuo – principio fondamentale di Toyota.

 

Akio Toyoda dichiara:

Alla fine abbiamo vinto la 24 ore di Le Mans quest’anno. Voglio godermi la grande sensazione di oggi con tutti i fan che ci hanno sostenuto per lungo tempo. Ovviamente questo è un altro passo verso la prossima sfida, quindi vorrei chiedere il tuo supporto continuo anche da ora in poi. Grazie mille.”

Prossimo appuntamento, il 17-19 Agosto, con il terzo round del FIA WEC a Silverstone, con la 6 Ore.

 

24 Ore di Le Mans – 86esima edizione – Ordine di arrivo

1.Buemi/Nakajima/Alonso (Toyota TS050 Hybrid) – Toyota – 388 giri
2. Conway/Kobayashi/Lopez (Toyota TS050 Hybrid) – Toyota – 2 giri
3. Laurent/Beche/Menezes (Rebellion R13-Gibson) – Rebellion – 12 giri
4. Lotterer/Jani/Senna (Rebellion R13-Gibson) – Rebellion – 13 giri
5. Pizzitola/Vergne/Rusinov (Oreca 07-Gibson) – G-Drive – 19 giri
6. Lapierre/Negrao/Thiriet (Alpine A470-Gibson) – Signatech – 21 giri
7. Capillaire/Hirshi/Gommendy (Oreca 07-Gibson) – Graff SO24 – 22 giri
8. Perrodo/Vaxiviere/Duval (Oreca 07-Gibson) – TDS – 22 giri
9. De Sadeleer/Owen/Montoya (Ligier JSP17-Gibson) – United – 23 giri
10. Jaafar/Jeffri/Tan (Oreca 07-Gibson) – JCDC – 27 giri
11. Gonzalez/Maldonado/Berthon (Oreca 07-Gibson) – Dragonspeed – 28 giri
12. Van Eerd/Van Der Garde/Lammers (Dallara P17-Gibson) – RTN – 32 giri
13. Tung/Richelmi/Aubry (Oreca 07-Gibson) – JCDC – 32 giri
14. Cheng/Boulle/Nicolet (Ligier JSP17-Gibson) – JCDC – 32 giri
15. Buret/Canal/Stevens/ (Ligier JSP217-Gibson) – Panis Barthez – 36 giri
16. Shaitar/Newey/Nato (Dallara P17-Gibson) – SMP – 36 giri
17. Christensen/Estre/Vanthoor (Porsche 911RS) – Porsche – 44 giri
18. Lietz/Bruni/Makowiecki (Porsche 911RS) – Porsche – 44 giri
19. Hand/Muller/Bourdais (Ford GT) – Ford USA – 44 giri
20. Priaulx/Tincknell/Kanaan (Ford GT) – Ford UK – 44 giri
21. Magnussen/Garcia/Rockenfeller (Chevrolet Corvette) – Corvette – 46 giri
22. Lacorte/Sernagiotto/Nasr (Dallara P217-Gibson) – Villorba – 46 giri
23. Vilander/Giovinazzi/Derani (Ferrari 488) – AF Corse – 47 giri
24. Mucke/Pla/Johnson (Ford GT) – Ford UK – 48 giri
25. Pierguidi/Calado/Serra (Ferrari 488) – AF Corse – 48 giri
26. Sorensen/Thiim/Turner (Aston Martin Vantage) – AMR – 50 giri
27. Rigon/Bird/Molina (Ferrari 488) – AF Corse – 51 giri
28. Campbell/Ried/Andlauer (Porsche 911RS) – Dempsey – 53 giri
29. Flohr/Castellacci/Fisichella (Ferrari 488) – Spirit of Race – 53 giri
30. Tomczyk/Catsburg/Eng (BMW M8) – BMW MTEK – 54 giri
31. Pilet/Tandy/Bamber (Porsche 911RS) – Porsche – 54 giri
32. Keating/Bleekemolen/Stolz (Ferrari 488) – Keating – 54 giri
33. Long/Pappas/Pumpelly (Porsche 911RS) – Porsche – 54 giri
34. Griffin/Macneil/Segal (Ferrari 488) – JMW – 55 giri
35. Babini/Nielsen/Maris (Porsche 911RS) – Ebimotors – 55 giri
36. Creed/Ricci/Dagoneau (Ligier JSP17-Gibson) – Larbre – 55 giri
37. Bergmeister/Lindsey/Perfetti (Porsche 911) – Project 1 – 55 giri
39. Mok/Griffin/Sawa (Ferrari 488) – Clearwater – 56 giri
38. Lynn/Martin/Adam (Aston Martin Vantage) – AMR – 61 giri
40. Ishikawa/Beretta/Cheever (Ferrari 488) – MR – 64 giri
41. Briscoe/Westbrook/Dixon (Ford GT) – Ford USA – 76 giri

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP