Bosch, l’avanzata dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS)

Gli automobilisti sono diventati molto esigenti e la sicurezza di marcia riveste un ruolo determinante nella fase di acquisto di una vettura. Questo anche grazie alla grande diffusione dei nuovi sistemi di assistenza alla guida, che ormai ritroviamo nella dotazione standard di gran parte delle vetture, e non solo premium.

Dirk Hoheisel, membro del Board of Management di Bosch afferma: “La tendenza è chiara: presto sarà naturale avere vetture equipaggiate con sistemi di assistenza alla guida quanto disporre di una radio e di un sistema ESP”, facendo riferimento ai risultati di un’analisi condotta da Bosch sulla base delle statistiche relative alle nuove immatricolazioni del 2016. Secondo tali statistiche, i sistemi di assistenza al parcheggio e di segnalazione di cambio corsia, così come i sistemi di frenata di emergenza, stanno diventando sempre più popolari. Per esempio, il 62% delle auto di nuova immatricolazione nel 2016 in Germania era provvisto del sistema di assistenza al parcheggio (dai sensori con segnalazione acustica a assistenti di parcheggio automatici). Al secondo posto nella graduatoria della popolarità sono risultati i sistemi di frenata di emergenza che allertano i guidatori di un potenziale pericolo o arrestano la vettura in caso di emergenza. Grazie a questi dispositivi il 38% delle vetture è in grado di aiutare i guidatori ad evitare incidenti.

Per più di un quarto di questi veicoli, il sistema di frenata di emergenza è una dotazione di serie. Appena sotto, al terzo posto, è risultata la funzione di rilevazione del “colpo di sonno”, montata sul 37% di tutte le nuove auto nel 2016. Tuttavia, la crescita più significativa è stata registrata per i sistemi di segnalazione di cambio corsia, che nello stesso anno sono stati installati a bordo del doppio delle auto nuove rispetto all’anno precedente. Un altro sviluppo interessante riguarda i sistemi di regolazione della distanza e della velocità (Adaptive Cruise Control, ACC). Questa funzione, che nel 2013 in Germania era montata solo sul 4% dei veicoli, nel 2016 è stata installata su quasi un veicolo nuovo su cinque (19%).

I sistemi di assistenza alla guida (ADAS) sono sempre più inclusi nella dotazione standard

I sistemi di assistenza al parcheggio, di frenata di emergenza e di segnalazione di cambio corsia rappresentano i sistemi di assistenza alla guida più popolari anche nel Regno Unito, nei Paesi Bassi, in Belgio e in Francia. In Francia i sistemi di assistenza al parcheggio sono ancora più diffusi che in Germania, infatti il 67% delle nuove vetture immatricolate nel 2016 offre ai guidatori assistenza durante il parcheggio e, nel 63% di esse, il sistema fa parte della dotazione standard. In Germania questo valore si attesta al 42%. In Belgio e nei Paesi Bassi il 39% delle auto nuove, la percentuale più alta in Europa, dispone di un sistema di frenata di emergenza automatico.

In Italia e Russia, che insieme alla Francia sono state incluse per la prima volta nell’analisi condotta da Bosch, c’è ancora margine di miglioramento per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida rispetto agli altri Paesi analizzati. Ciononostante, il 18% delle auto nuove immatricolate nel 2016 in Italia disponeva comunque di un sistema di segnalazione di cambio corsia a bordo, e in Russia il trend si sta evolvendo, con una percentuale di installazioni del 6%. Lo stesso vale anche per i sistemi di frenata di emergenza automatici, che hanno anch’essi raggiunto il 6% nelle nuove vetture.

Bosch cresce più velocemente del mercato con i sistemi di assistenza alla guida (ADAS)

I sistemi di assistenza alla guida aiutano i guidatori in situazioni di traffico intenso o critiche e rappresentano un importante passo avanti nel cammino verso la una mobilità del futuro a zero incidenti e zero stress. Per esempio, se in Germania tutte le vetture disponessero di un sistema di frenata di emergenza automatica a bordo, sarebbe possibile evitare fino al 72% dei tamponamenti. Le percentuali delle installazioni di sistemi di assistenza alla guida sono in costante aumento. Di questa tendenza beneficia anche Bosch, il maggiore fornitore di tali sistemi. “Attualmente il mercato sta crescendo a un tasso del 20% circa, e Bosch a un ritmo ancora più veloce” ha dichiarato Gerhard Steiger, Presidente della divisione Chassis Systems Control di Bosch. Nel 2019, le vendite di sistemi di assistenza alla guida dell’azienda leader mondiale di tecnologia e servizi supereranno il traguardo di 2 miliardi di euro. La soglia del miliardo era già stata raggiunta nel 2016. Al momento, lo sviluppo tecnologico è sempre più orientato verso la guida autonoma.

L’analisi di Bosch mostra che, con il “traffic jam assist”, anche la prima funzione di guida parzialmente autonoma ha già fatto la sua comparsa sul mercato. In una situazione di ingorgo del traffico, infatti, l’auto segue automaticamente il veicolo che la precede, assumendosi i compiti di partire e accelerare, frenare e sterzare all’interno della propria corsia. In Germania, quasi la metà delle auto nuove equipaggiate con sistema Adapative Cruise Control (ACC) è dotata anche di una funzione di “traffic jam assist”, il che equivale al 9% di tutte le auto di nuova immatricolazione.

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


TOP