DTM, a Brands Hatch vittoria di Daniel Juncadella in Gara 1

Il DTM è tornato a Brands Hatch dopo ben 5 anni e lo ha fatto in grande stile, con una bella gara, combattuta, ma vinta ancora una volta da una Mercedes-AMG, come spesso succede in questa stagione: a primeggiare questa volta è quella di Daniel Juncadella che, partito dalla pole, vince in questo difficile campionato per la prima volta in carriera, alla sua quinta stagione.

Juncadella taglia il traguardo con 7”896 di vantaggio su Augusto Farfus e la sua BMW M4 DTM. Il terzo gradino del podio è per Lucas Auer e la sua Mercedes-AMG C 63 DTM.

A Brands Hatch è subito battaglia

Il leggendario circuito britannico non delude le aspettative e fin dalla prima sessione di Prove Libere i piloti del DTM danno vita a una battaglia molto intensa. Audi davanti a tutti nel primo turno con Robin Frijns al vertice con la RS 5 DTM del team Abt, seguito a due decimi di secondo dalla Mercedes di Juncadella, poi le Audi di Duval e Rockenfeller. La prima delle BMW è quella di Augusto Farfus, ottavo. Solo il 15° tempo per il leader del campionato Gary Paffett, staccato di 1”4 con la sua Mercedes-AMG C63 DTM. Nella seconda sessione BMW al vertice con Augusto Farfus, che abbassa di oltre un secondo il crono di riferimento di Frijns, che chiude alle sue spalle davanti a Müller e alla Mercedes di Wehrlein. I primi quattro sono separati da soli 86 millesimi di secondo. Migliora Paffett, che chiude con il sesto tempo, a 5 decimi.

La pole è di Juncadella

La battaglia più intensa è quella per la pole position per Gara 1: venti minuti con il coltello tra i denti con parecchi piloti che si alternano al vertice della classifica dei tempi. E’ Daniel Juncadella a conquistare la pole position per la prima gara del weekend ed è doppietta MercedesAMG davanti a Lucas Auer, che per un po’ è il più veloce e termina comunque in prima fila staccato di soli 92 millesimi di secondo. Per lo spagnolo è la seconda della stagione, e in carriera, dopo quella ottenuta al Norisring nelle Qualifiche 2. Dopo aver chiuso la prima parte della stagione con una vittoria a Zandvoort, il campione in carica René Rast ottiene il terzo tempo con l’Audi RS 5 DTM del Team Rosberg.

Il “rookie” austriaco Philipp Eng è il migliore dei piloti BMW con il quarto crono, con i primi quattro racchiusi in meno di due decimi di secondo, a confermare la competitività del campionato. Il quinto tempo è per Augusto Farfus, sempre tra i più veloci finora su questo tracciato. Gary Paffett, dopo un’uscita a metà sessione alla Paddock Hill in cui colpisce anche le barriere, riesce comunque ad ottenere il sesto tempo. Grande lotta per la pole negli ultimi 5 minuti rimasti ma terminata anzitempo per molti piloti a causa delle bandiere gialle esposte alla curva Surtees per l’uscita di Timo Glock, che chiude con il settimo tempo. A fianco della BMW del tedesco ci sarà Edoardo Mortara, ottavo davanti a Marco Wittmann e Pascal Wehrlein. Solo undicesimo tempo per Robin Frijns, a 0”461 dalla pole, davanti alla Mercedes-AMG di Paul Di Resta. Seguono l’Audi RS 5 DTM di Nico Müller, davanti ai compagni di squadra Loïc Duval e Mike Rockenfeller. Chiuderanno la griglia il “rookie” di BMW Joel Eriksson, Jamie Green e Bruno Spengler.

La prima giornata è dominata da Juncadella

Il portacolori di Mercedes-AMG, dopo la pole, vince anche la prima gara del weekend. Ripercorrendo la storia recente del DTM, l’ultima vittoria di un pilota spagnolo risale al 2016, con Miguel Molina davanti a tutti a Hockenheim. A dir la verità Juncadella sbaglia la partenza dalla pole ed è subito superato da Auer e René Rast ma, grazie a un buon lavoro ai box della squadra e una buona strategia, riesce a superare Auer dopo il pit stop e poi mantiene la leadership della gara fino alla bandiera a scacchi. René Rast, fermatosi già per il cambio gomme dopo il primo giro, è il migliore pilota di Audi Sport al quarto posto, mentre Philipp Eng (BMW) chiude al quinto, dopo aver tenuto a bada nel finale Gary Paffett, che termina la gara staccato di soli 0”387 dal “rookie” austriaco. Settimo posto per Pascal Wehrlein, dopo una bella battaglia con Edoardo Mortara. Entrambi optano per una strategia con sosta ritardata, rispettivamente all’11° giro per Mortara e al 15° per il campione 2015 di Mercedes-AMG. Marco Wittmann (BMW) chiude al nono posto davanti all’Audi RS 5 DTM di Mike Rockenfeller. Quest’ultimo è protagonista di uno dei sorpassi più belli della gara: conquista infatti l’11° posto passando in un colpo solo Timo Glock e Jamie Green, in lotta fra loro, tra Pilgrim’s Drop e la Hawthorn con una manovra spettacolare. Il campione del 2013 strappa anche il decimo posto a Robin Frijns poco prima del finale. L’olandese di Audi è superato anche da Green proprio all’ultimo giro, chiudendo così 12°. Dietro ci sono le BMW di Timo Glock e Joel Eriksson, davanti all’Audi di Nico Müller. Per la prima volta nella stagione Paul Di Resta non raccoglie punti e, dopo aver lottato contro una Mercedes-AMG un po’ difficile da guidare, termina al 16° posto davanti a Bruno Spengler. L’unico a non tagliare il traguardo è Loïc Duval, che dopo aver effettuato il pitstop e dopo solo 3 minuti di gara, a gomme fredde commette un errore in staccata al secondo giro finendo contro le barriere alla Druids con la sua Audi RS 5 DTM. Grazie al buon piazzamento ottenuto, Gary Paffett consolida la sua leadership di campionato portando il suo vantaggio a 35 punti su Paul di Resta, mentre Auer sale al terzo posto a 15 lunghezze dallo scozzese. Appuntamento per Domenica alle 12.20 con le Qualifiche 2 e alle 14.30 per la seconda Gara.

(Com stampa dtm.com)

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP