DTM, Nürburgring, in Gara 1 dominio incontrastato di René Rast

Il weekend di casa del DTM al Nürburgring è cominciato nel segno della BMW e di Bruno Spengler, il più veloce di tutti al venerdì nella prima sessione di Prove Libere: su una pista bagnata che si stava asciugando solo nel finale, con la sua M4 ha preceduto Loïc Duval (Audi) e Timo Glock (BMW).

 

Nessuna MercedesAMG nei primi dieci e quelle dei due contendenti al titolo Paul di Resta e Gary Paffett solo con il 16° e 18° tempo. Al sabato mattina sull’asciutto René Rast è davanti a tutti con la sua Audi RS 5: il campione in carica rifila 2 decimi a Di Resta. Terzo tempo per Lucas Auer (Mercedes-AMG). Gary Paffett è settimo, davanti a Marco Wittmann, il migliore dei portacolori di BMW. La giornata si preannuncia interessante: sono in 18 in poco più di un secondo…

La prima pole è di Rast

Ed è proprio una grande battaglia nei soli 20 minuti della prima Qualifica, nella quale René Rast ribadisce la sua superiorità e conquista la sua prima pole position di questa stagione con l’Audi davanti a Gary Paffett e Bruno Spengler. Rast batte il suo stesso record del tracciato tedesco con il crono di 1:22.203, davanti al britannico di Mercedes-AMG per soli 28 millesimi di secondo. La BMW di Spengler è a 78 millesimi dalla pole, seguito da Auer (Mercedes-AMG). Alle sue spalle le BMW di Wittmann e Philipp Eng. Settimo tempo per Daniel Juncadella (Mercedes-AMG). Non è molto soddisfatto il leader della classifica Di Resta che chiude ottavo, davanti a Pascal Wehrlein. La top ten è chiusa dalla BMW di Augusto Farfus, a 0”367. Solo il quindicesimo tempo per Edoardo Mortara e la sua Mercedes-AMG C63, ma a poco più di sette decimi dalla pole. In gara cercherà il riscatto.  Dal punto di vista tecnico, il nuovo limite minimo di pressione delle gomme fissato a 1,3 bar da Hankook per motivi di sicurezza, ha reso le cose più difficili per i piloti che hanno faticato a portare in temperatura gli pneumatici. Anche in gara si preannuncia una nuova variabile interessante. Con i tre Costruttori nei primi tre posti della griglia di partenza e l’intero gruppo di 18 piloti raccolti in meno di un secondo il sabato è cominciato bene.

 

Gara 1: il capolavoro di Rast

René Rast è davvero il dominatore incontrastato della prima giornata al Nürburgring perché conquista anche Gara 1, che è la sua seconda vittoria del 2018 dopo quella in Gara 2 di Zandvoort. Il campione in carica sfrutta al meglio la partenza al palo e non commette alcun errore, imponendo un gran ritmo agli avversari; una buona strategia da parte del team gli consente di restare al comando dopo il pit stop e nel finale riesce a controllare la pressione di Bruno Spengler, che si avvicina con decisione negli ultimi giri, dopo aver strappato il secondo posto a Gary Paffett. Quest’ultimo riesce a resistere all’attacco finale di Timo Glock, che porta la sua BMW M4 al quarto posto dopo essere partito dodicesimo. Il quinto posto è per Marco Wittmann, a conferma dell’ottima gara dei piloti BMW, tre nei primi cinque. Grande performance anche di Mike Rockenfeller, che opta per un cambio gomme molto ritardato e partito 11° è sesto al traguardo. Alle sue spalle Pascal Wehrlein (Mercedes-AMG), davanti a Loïc Duval: il francese di Audi Sport Team Phoenix parte ultimo e taglia invece il traguardo all’ottavo posto, dopo aver cambiato gli pneumatici dopo tutti gli altri al 29° giro. Augusto Farfus termina la corsa al 9° posto, incapace di lottare contro gli avversari nella seconda parte dopo aver usato tutti i giri consentiti con il DRS prima della sua sosta ai box. Nico Müller (Audi) chiude la top ten, grazie al sorpasso su Lucas Auer (Mercedes-AMG) nelle ultime fasi di gara.

 

Giornata nera per Di Resta

 

E’ un sabato da dimenticare per Paul Di Resta: lo scozzese giunto qui in Germania come nuovo leader del campionato, dopo lo splendido weekend di Misano, parte ottavo e comincia a recuperare fino al sesto posto ma la sua rimonta è bloccata da Philipp Eng al 13° giro. Il “rookie” austriaco di BMW, dopo aver subito il sorpasso da Di Resta, tenta di rispondere all’avversario con una manovra troppo al limite che lo porta al contatto con la C63 dello scozzese, che finisce in testacoda. Eng viene punito con un drive-through mentre il campione del 2010 riparte ultimo e non riesce più a rimontare perché la guidabilità della sua MercedesAMG è stata compromessa. Gary Paffett ora è di nuovo il leader del campionato con 194 punti, otto in più di Di Resta, mentre Edoardo Mortara resta terzo fermo a quota 138, dopo il 13° posto di Gara 1. Wittmann è quarto, mentre Rast, che ha regalato anche all’Audi la seconda affermazione stagionale, ora è risalito fino al quinto, a 73 lunghezze dal leader.

 

(Uff Stampa DTM)

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP