MotoGP, a Barcellona Quartararo centra la sua seconda pole stagionale

Nuova impresa di Fabio Quartararo che si prende la seconda pole position nella sua stagione di esordio in MotoGP ed è pure detentore di un ottimo passo sulla distanza nonostante gli avambracci martoriati dalla recente operazione chirurgica.

La vera sorpresa è venuta però dal clamoroso e del tutto inatteso risultato globale delle Yamaha, con ben quattro M1 nelle prime cinque posizioni. La prima fila è completata da Marc Marquez, oggi apparso un pò ‘al gancio’ sul giro secco, e da Maverick Vinales, ripresosi dalle difficoltà di ieri. Le altre due Yamaha di Morbidelli e Rossi aprono la seconda fila,completata dalla Ducati di Andrea Dovizioso.

Yamaha efficaci in tutte le sessioni

La pista fin dal mattino risultava più gommata di ieri permettendo un miglioramento dei tempi già nella FP3, decisiva per l’accesso diretto alla Q2. Nel turno del mattino svettavano Rins e il solito Quartararo, ma stavolta anche le altre Yamaha erano della partita tanto che Rossi e Vinales centravano agevolmente la top ten. Chi rimaneva escluso era invece Franco Morbidelli, incappato in una bruttissima caduta che si risolveva senza conseguenze fisiche ma lo obbligava a transitare dalla Q1. La ‘ghigliottina’ della prequalifica vedeva promossi lo stesso Morbidelli e Mir mentre risultava fatale per i due ducatisti del Team Pramac, Miller e Bagnaia, un segnale non troppo confortante questo per Borgo Panigale. I minuti decisivi della Q2 vedevano alla fine prevalere Quartararo che faceva segnare 1.39.484 nelle ultimissime batture. Marquez era secondo staccato di soli 15 millesimi dopo una violenta sbandata all’ultimo giro che gli è sicuramente costata il miglior tempo. Terzo crono e prima fila per Maverick Vinales, in netta ripresa dopo un venerdì difficile. La gran giornata delle Yamaha era completata dal quarto e quinto tempo di Morbidelli e Rossi mentre la prima Ducati, quella di Dovizioso, era solo sesta. Petrucci, incappato anche in una scivolata faceva segnare il settimo tempo, partirà quindi in terza fila. Il ternano precede Rins e Crutchlow.
Quarta fila infine per Lorenzo, Mir e Pol Espargaro.

Grande equilibrio sul giro secco, qualche ombra per Ducati

Ormai risulta pericoloso sbilanciarsi in previsioni alla vigilia dei gran premi, con una Motogp così livellata basta pochissimo per spostare, almeno momentaneamente gli equilibri. Se alla vigilia tutto lasciava presagire grandi difficoltà per Yamaha ed una Ducati favorita d’obbligo, la giornata odierna ha mostrato tutt’altro. Le quattro M1 in pista si sono rivelate efficacissime sul giro secco ma anche discretamente veloci sul passo, mentre stavolta è Ducati a non convincere in pieno. Con Miller e Bagnaia eliminati in Q1 ed un Petrucci che ha stentato non poco, Andrea Dovizioso pare sulla carta il solo ducatista in grado di lottare per il podio. Difficile poi capire se e quanto Marquez si sia nascosto ma non c’è dubbio che domani il ‘cabroncito’ sarà lì davanti a giocarsela. Chi potrebbe recitare un ruolo da protagonista è sicuramente Alex Rins, che dovrà però scattare dalla terza fila dopo la solita qualifica stentata.

La Q2 della MotoGP

1 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 338.6 1’39.484
2 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 345.6 1’39.499 0.015 / 0.015
3 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 336.3 1’39.710 0.226 / 0.211
4 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 336.0 1’39.711 0.227 / 0.001
5 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 338.5 1’39.753 0.269 / 0.042
6 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 342.8 1’39.777 0.293 / 0.024
7 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 344.2 1’39.844 0.360 / 0.067
8 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 341.0 1’39.870 0.386 / 0.026
9 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 344.1 1’40.151 0.667 / 0.281
10 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 343.2 1’40.199 0.715 / 0.048
11 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 341.4 1’40.240 0.756 / 0.041
12 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 340.2 1’40.425 0.941 / 0.185
Alfonso Paduano

 

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP