MotoGP, a Misano trionfo di Marquez, davanti a Quartataro e Vinales

Marc Marquez torna al successo in casa di Valentino Rossi e della Ducati, riuscendo ad avere la meglio su un superlativo Fabio Quartararo. Terzo posto per Maverick Vinales mentre resta ancora una volta fuori dal podio il pesarese, quarto all’arrivo davanti a Franco Morbidelli. Magro bottino per la Ducati che chiude un fine settimana difficile col sesto posto di Dovizioso, il nono di Miller ed il decimo di Petrucci.

Marquez stratega, Quartararo superlativo

Nella consueta conferenza stampa del giovedì Marquez aveva dichiarato che una vittoria qui non sarebbe stata nulla di diverso, il primo posto vale comunque sempre 25 punti. Se il ‘cabroncito’ fosse Pinocchio ormai farebbe fatica ad infilare il casco, perché era chiaro a tutti che un’affermazione a Misano, nella gara di casa della Ducati e soprattutto di Rossi rappresentasse un boccone quanto mai succulento. Eppure Marquez ha seriamente rischiato di rimediare la terza sconfitta consecutiva per merito di un Fabio Quartararo assolutamente stupefacente, capace di comandare con autorità la corsa fino a poche curve dalla fine prima di arrendersi alla maggior esperienza e malizia del rivale. Un talento cristallino quello del francese, ancora più prezioso perché rischiava di andare perduto dopo una fase difficile della sua carriera. Dopo aver impressionato nei test e in prova le Yamaha sono uscite sconfitte ma le quattro M1 sono comunque nei primi cinque posti della classifica finale, a conferma di una grande competitività almeno qui a Misano. Per la Ducati invece un brusco risveglio ed un deciso passo indietro rispetto allo scorso anno.

La cronaca

Al via Vinales scattava bene dalla pole portandosi al comando seguito d Quartararo, Marquez, Morbidelli, Pol Espargaro, Rins, Rossi e Dovizioso. Al terzo giro prima Quartararo poi Marquez avevano ragione di Vinales mentre più indietro Rins e Rossi faticavano ad aver ragione della Ktm di Espargaro. In testa ala corsa Quartararo e Marquez allungavano su Vinales mentre Rossi dopo essersi finalmente liberato della Ktm si avvicinava a Morbidelli per il quarto posto. Durava invece meno di metà gara la rincorsa di Rins, incappato in una caduta dpo un errore che già gli aveva fatto perdere posizioni. Dopo il sorpasso di Rossi su Morbidelli la gara si avviava alla fine con Marquez che attendeva il penultimo giro per sferrare il suo attacco, cui però Quartararo replicava immediatamente. Il francese doveva arrendersi solo nel corso del giro finale quando l’astuzia e l’esperienza del campione del mondo lo costringevano alla resa. Vinales chiudeva terzo dopo essersi portato a meno di due secondi dai due di testa. Quarto posto per Valentino Rossi , staccato di ben undici secondi dal compagn di squadra e dal quale ci si attendeva decisamente di più. Il pesarese precedeva Franco Morbidelli, quinto con l’ultima delle Yamaha. Sesto posto per Andrea Dovizioso che mastica certamente amaro e vede salire a ben 93 punti il distacco da Marquez in classifica generale.Buon settimo posto per Pol Espargaro con la Ktm davanti a Joan Mir con la Suzuki ed alle Ducati di Miller e Petrucci che chiudevano la top ten.

E altre classi

In Moto3 vittoria di Tatsuki Suzuki, pilota del Team Sic58 davanti a McPhee e Arbolino. Un successo atteso e toccante per Paolo Simoncelli proprio sulla pista intitolata al figlio Marco. Sentimenti contrastanti invece per Dalla Porta che dopo il ritiro per noie tecniche di Canet aveva l’occasione di allungare in maniera forse decisiva in classifica generale. Dopo il quinto posto ottenuto al traguardo Lorenzo veniva invece penalizzato per aver superato in più occasioni il limite della pista e retrocesso in ottava posizione.
In Moto2 vittoria di Augusto Fernandez davanti a Di Giannantonio e Alex Marquez. Un secondo posto che sa di beffa per il nostro Diggia, protagonista di una grandissima gara e che conduceva la corsa dall’inizio fino a tre curve dalla fine, quando Fernandez dopo un lungo pressing entrava deciso sull’italiano ed andava a prendersi il successo. Nono posto finale per Bastianini e decimo per Baldassarri.

MotoGP, ordine di arrivo

1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.3 42’25.163
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 161.3 +0.903
3 16 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 161.2 +1.636
4 13 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 160.5 +12.660
5 11 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 160.5 +12.774
6 10 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 160.5 +13.744
7 9 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 160.1 +20.050
8 8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 159.9 +22.512
9 7 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 159.7 +26.554
10 6 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 159.4 +31.456
11 5 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.3 +32.388
12 4 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.2 +34.477
13 3 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 159.1 +35.325
14 2 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 158.4 +47.247
15 1 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 157.5 +1’02.280
16 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 157.2 +1’07.831
17 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 156.1 +1’24.666
18 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 152.8 1 Giro
Non classificato
35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 159.3 5 Giri
51 Michele PIRRO ITA Ducati Team Ducati 158.0 6 Giri
42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 160.0 12 Giri
63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 158.5 16 Giri

Classifica generale di Campionato

1 Marc MARQUEZ Honda SPA 275
2 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 182
3 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 151
4 Alex RINS Suzuki SPA 149
5 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 134
6 Valentino ROSSI Yamaha ITA 129
7 Fabio QUARTARARO Yamaha FRA 112
8 Jack MILLER Ducati AUS 101
9 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 88
10 Franco MORBIDELLI Yamaha ITA 80
11 Pol ESPARGARO KTM SPA 77
12 Takaaki NAKAGAMI Honda JPN 62
13 Joan MIR Suzuki SPA 47
14 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 37
15 Francesco BAGNAIA Ducati ITA 29
6 Andrea IANNONE Aprilia ITA 27
17 Johann ZARCO KTM FRA 27
18 Miguel OLIVEIRA KTM POR 26
19 Jorge LORENZO Honda SPA 23
20 Tito RABAT Ducati SPA 17
21 Stefan BRADL Honda GER 16
22 Michele PIRRO Ducati ITA 9
23 Sylvain GUINTOLI Suzuki FRA 7
24 Hafizh SYAHRIN KTM MAL 7
25 Karel ABRAHAM Ducati CZE 5
Alfonso Paduano
__________________

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP