MotoGP, ad Aragon Lorenzo centra la terza pole stagionale

Qualifiche entusiasmanti quelle andate in scena oggi sul circuito spagnolo, e pole position passata di mano dai tre grandi protagonisti di questo mondiale 2018.

Prima Marquez, poi Dovizioso ed infine Lorenzo si sono infatti alternati in vetta alla graduatoria dei tempi. Per il maiorchino è la terza pole dell’anno con la Ducati che piazza un’altra fantastica doppietta. Dovizioso ha ceduto al compagno di squadra appena 14 millesimi, ed i primi tre sono racchiusi in 79 millesimi a conferma del grande equilibrio e della massima’incertezza per la gara di domani.

Ducati e Marquez al top

Ormai è evidente il gran passo avanti fatto da Ducati quest’anno, visto che la rossa bolognese si dimostra al top della competitività anche su circuiti in passato non troppo favorevoli. Lorenzo qui è sempre andato forte ma stavolta anche Dovizioso ha trovato subito la strada e ha sfiorato il colpaccio in qualifica, non certo il suo terreno di caccia preferito. Dopo il primo tentativo era Marquez a trovarsi al comando, primo ed unico pilota fino a quel momento ad essere sceso sotto 1.47. Nei 5 minuti finali andava in scena una sorta di melina in pista, con i piloti in gruppo in attesa del treno buono. Al momento di lanciarsi dunque grande traffico e di questo faceva le spese proprio Marquez, incappato in un piccolo errore in frenata. Negli ultimi secondi prima Dovizioso poi Lorenzo si portavano in testa alla classifica relegando lo spagnolo al terzo posto. La Ducati mette ben cinque moto nei dieci con Petrucci settimo, Bautista ottavo e Miller decimo. La Honda conferma di essere competitiva e piazza Crutchlow al quarto posto e Pedrosa al sesto. Completano la top ten le Suzuki di Iannone e Rins, rispettivamente quinto e nono. Se, come sembra, le moto di Hamamatsu potranno utilizzare la gomma soft posteriore in gara potrebbero far bene anche domani.

Yamaha, è notte fonda

Giornata oltre le peggiori aspettative per la Yamaha, le cui difficoltà erano ampiamente previste ma sembrano addirittura molto maggiori rispetto allo scorso anno. I segnali negativi erano già emersi ieri ma la giornata odierna ha i contorni dell’incubo per la casa di Iwata. Al termine della FP3 nessuna delle quattro M1 in pista figurava nei primi dieci, con Rossi incappato anche in una scivolata nei minuti finali. La FP4 mostrava un Vinales motivato che ci metteva del suo per contenere il distacco dai primi mentre Rossi naufragava addirittura in diciottesima posizione. Vinales se non altro passava la Q1 col miglior tempo per chiudere poi la Q2 con l’undicesimo crono, che lo obbliga alla partenza in quarta fila domani. Ultimi minuti di Q2 grotteschi al box di Rossi dove sembravano regnare smarrimento e rassegnazione. Alla fine il pesarese entrava in pista senza nemmeno tentare di lanciarsi per guadagnare almeno qualche posizione. Raramente si è visto Valentino ‘darla su’ in questo modo, certo non un bel segnale per il prossimo futuro. Il diciottesimo posto significa una partenza in sesta fila ed una gara che sarà difficile anche finire nei primi dieci. Poco meglio ha fatto Zarco, quattordicesimo.

Sfortuna KTM, Pol Espargaro di nuovo out

La sfortuna non sembra voler abbandonare la casa austriaca che dopo il grave infortunio al ginocchio del collaudatore Kallio aveva dovuto fare i conti con l’incidente di Pol Espargaro. Lo spagnolo, rientrato a fatica a Misano è incappato oggi in una caduta fratturandosi nuovamente la clavicola sinistra, per lui niente gara e altro intervento chirurgico nei prossimi giorni.

Così la Q2 della MotoGP

1 99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 335.4 1’46.881
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 339.6 1’46.895 0.014 / 0.014
3 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 338.4 1’46.960 0.079 / 0.065
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 336.0 1’47.146 0.265 / 0.186
5 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 336.9 1’47.169 0.288 / 0.023
6 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 344.1 1’47.224 0.343 / 0.055
7 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 334.0 1’47.351 0.470 / 0.127
8 19 Alvaro BAUTISTA SPA Angel Nieto Team Ducati 337.7 1’47.678 0.797 / 0.327
9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 330.3 1’47.737 0.856 / 0.059
10 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 331.6 1’47.792 0.911 / 0.055
11 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 336.2 1’47.810 0.929 / 0.018
12 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 327.0 1’48.284 1.403 / 0.474
Alfonso Paduano

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP