MotoGP – GP Giappone (Motegi), le nostre pagelle

MARC MARQUEZ 10
Figurarsi se non avrebbe cercato di chiudere la partita al primo match ball. Viene anzi da pensare che abbia tenuto nascosto in prova quel qualcosa in più che ha dimostrato di avere in gara. Si è avuta la netta sensazione che come al solito avesse tutto sotto controllo. Ottava vittoria stagionale e settimo titolo mondiale messo in cascina. Leggenda precoce.
ANDREA DOVIZIOSO 7
D’accordo, è caduto e quella di Motegi era forse la sola occasione davvero favorevole da qui alla fine del campionato. ma contro questo Marquez non darsi mai per vinti è già una promozione, e del resto un secondo posto sarebbe stato inutile. Sconfitto con onore.
CAL CRUTCHLOW 8
Stavolta l’inglese ha fatto pensare di essere davvero della partita ed in prova il suo ritmo appariva perfino migliore di quello di Marquez. Come sempre la gara è un’altra cosa ma il podio è meritato. Finalmente concreto.
ALEX RINS 8
Continua la crescita dello spagnolo che sfrutta in pieno l’occasione, peccato la solita qualifica mediocre che come sempre condiziona la gara. Regge con autorità il confronto col compagno di squadra e lo spinge all’errore. Sempre più una certezza.
VALENTINO ROSSI 7
Voto forse un po’ generoso ma che è un premio all’ostinata motivazione con cui lotta anche solo per un piazzamento. Avvio gagliardo poi il solito calo ed un quarto posto arrivato grazie ad un paio di disgrazie altrui, ma è ancora sua la prima M1 al traguardo. Ostinato.
ALVARO BAUTISTA 7
Dopo ottime prove ecco un’altra bella prestazione dello spagnolo che con la GP17 satellite si mette dietro diversi ufficiali. Continua ad apparire inspiegabile che uno così non sia stato ritenuto meritevole di una sella in Motogp per il 2019. Scaricato
JOHANN ZARCO 6
Una grande qualifica che lo fa sentire in grado di potersi addirittura giocare la vittoria, poi uno svarione al via che lo porta a toccarsi con Miller ed a compromettere in gran parte la gara. Occasione sprecata.
MAVERICK VINALES 5
Solite prove promettenti, solite dichiarazioni bellicose ma dopo l’inatteso podio di Buriram si torna alla realtà con il rituale avvio a gambero ed il risveglio tardivo che stavolta serve a poco. Lunatico
DANI PEDROSA 4
Una delle ultime occasioni per una bella prestazione prima di chiudere la carriera, ma nemmeno stavolta il fantino di Sabadel è riuscito a cambiare passo, e dopo qualche sprazzo in prova la gara è la solita. Camomillo triste.
DANILO PETRUCCI 4
Nemmeno su una delle piste più favorevoli per la Ducati Danilo roesce a rpigliarsi, e dire che qui il degrado delle gomme pare non fosse così drammatico. Altra gara da dimenticare dopo un venerdì difficile ed un sabato da incubo. La crisi di Petrux rischia di diventare un problema grosso per Ducati. Preoccupante.
JACK MILLER 4
Fa sognare con una qualifica da urlo che lo porta a sfiorare la pole, poi l’azzardo della soft posteriore che non paga e lo fa retrocedere fino alla puntuale caduta. Il talento c’è, ma sarebbe ora di concretizzare. Eterna promessa ?
ANDREA IANNONE 4
Un buon avvio di gara che lo porta a superare Rossi e ad avvicinare i primi, ma c’è poco da fare, il confronto col compagno di squadra lo condiziona portandolo all’errore. Agitato
FRANCO MORBIDELLI 5
Nel giudicarlo va sempre tenuto ben presente il potenziale della moto di cui dispone, non certo l’arma totale ed i 25 secondi incassati all’arrivo la dicono lunga. Perde il confronto con l’altro ‘deb’ Syahrin, e c’è da portare a casa il titolo di ‘Rookie of the year’. Ancora uno sforzo.
Alfonso Paduano

 

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP