MotoGP, le pagelle del Gran Premio d’Australia

MAVERICK VINALES 10
E’ tornato il Top Gun di inizio 2017, il pilota che Yamaha aveva fortemente voluto e sul quale puntare per il futuro. Avevamo detto che Phillip Island sarebbe stata una sorta di ‘ora o mai più’ per la capricciosa M1 e così è stato. Dalla sua il ragazzo è stato incontenibile, l’azzardo della gomma soft anteriore ha pagato e nemmeno la solita partenza alla moviola lo ha fermato. Bentornato
.
ANDREA IANNONE 8 e mezzo
Un gran weekend quello del pilota di Vasto che su questa pista si esalta. Sessioni di prove dominate con stupefacente solidità, era da tutti indicato come il favorito per la vittoria .L’errore a metà gara gli fa perdere il treno per il gradino più alto del podio ma strappa con i denti un secondo posto nonostante il motore Ducati. The Maniac is back
ANDREA DOVIZIOSO 8
Sulla carta la trasferta peggiore per la Ducati, che qui volava solo con Stoner. Ma Casey era Casey, oggi la rossa è un’altra moto,è meno burbera e ci vanno d’accordo in parecchi. Dietro alla trasformazione della moto c’è tanto lavoro del forlivese che riesce a fare bene perfino su una pista che non ha mai digerito. Completo
ALVARO BAUTISTA 9
Un debutto sulla GP 18 ufficiale sulla pista sulla carta più ostica per Borgo Panigale, sessioni di prove travagliate con una moto che pare non sia facilissima da sistemare. Ma Alvaro è un gran pilota e lo dimostra tenendo il passo di Dovizioso senza commettere il minimo errore. Il voto ci sta tutto, uno così doveva restare in Motogp. Incompreso
ALEX RINS 7
Gara positiva ma con questa Suzuki si poteva fare anche meglio, ed il compagno di squadra lo ha dimostrato, surclassandolo in prova ed in gara. Ridimensionato
VALENTINO ROSSI 4
Brutta gara senza se e senza ma, dopo prove tribolate ed un warmup che non ja partorito il solito coniglio dal cilindro. Essere esigenti e critici con la squadra va bene e stavolta l’imputata è la gomma posteriore, ma il confronto con Vinales è stato a senso unico fin dal venerdì. Brutta figura
JACK MILLER 6
Sufficienza stiracchiata per il cangurino da cui sula pista di casa ci si aspettava qualcosa di più. Parziale giustificazione avere a disposizione ‘solo’ una GP17. Compitino
FRANCO MORBIDELLI 7
Bella gara del deb italo brasiliano che riscatta ampiamente la prestazione così e così di Motegi, su una pista dove saper guidare aiuta parecchio. Solido
DANILO PETRUCCI 4
Purtroppo per Danilone la pagella non accenna a migliorare, il trend resta negativo da troppo tempo. Lui stesso inizia a porsi domande, segno di una pericolosa insicurezza. Partenza clamorosa dalla terza fila ma in amen finisce fuori pista, pare per un problema tecnico, si ritrova ultimo e rimonta fin dove può. Buco nero
JOHANN ZARCO 4
Si poteva capire l’ansia di strafare al debutto, ma ormai il francese è un pilota di Motogp a tutti gli effetti e dovrebbe aver capito che le gare si devono anche concludere. Tenta l’azzardo della soft posteriore e questo lo spinge forse a voler strafare. L’errore forse non è tutto colpa sua ma non è la prima volta che altri piloti pagano per la sua frenesia. . Troppo agitato
DANI PEDROSA 4
Sempre più malinconico l’addio di Dani alle competizioni, qui il suo peso piuma gli complica la vita non permettendo alle gomme di lavorare correttamente. La sua caduta sancisce un weekend horror per la Honda. Epilogo triste
MARC MARQUEZ N.G.
In prova non aveva impressionato ma si è avuta netta la sensazione che il cabroncito si fosse nascosto. Di certo teneva a sfatare la maledizione di Phillip Island che stavolta ha preso le tetre sembianze di Zarco. Abbattuto
Alfonso Paduano

 

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP