MotoGP, Lorenzo sfodera gli artigli e conquista la pole a Silverstone

Jorge Lorenzo non si ferma più e sembra voler continuare a prendersi tutte le vittorie che l’anno scorso furono di Andrea Dovizioso.

Il maiorchino in questo 2018 si è infatti imposto sui circuiti che l’anno scorso furono terra di conquista del forlivese ed anche a Silverstone pare voler continuare la striscia positiva. Andrea è comunque secondo a conferma della grande competitività delle Ducati in condizioni difficili come quelle odierne. La prima fila è chiusa da un fenomenale Johann Zarco, unico a far volare la Yamaha in una giornata rivelatasi disastrosa per Vinales e Rossi

Meteo pazzo e problemi di asfalto, Rabat ne fa le spese

La giornata è stata condizionata dai capricci del meteo ma ancor più da questo nuovo asfalto che sta suscitando molte perplessità. La pioggia caduta nella notte ha lasciato la pista umida in mattinata, tanto che il solo Petrucci è riuscito a migliorare il suo tempo nella FP3 e centrare l’accesso diretto alla Q2. La pioggia è tornata a cadere forte a metà della FP4 evidenziando i problemi del nuovo asfalto che tende a diventare lucido come uno specchio creando grossi problemi di visibilità ai piloti. In alcuni punti poi si sono verificati fenomeni di acquaplaning di cui hanno fatto le spese Rins, Rabat e Morbidelli. Dei tre è stato Rabat ad avere la peggio, il pilota spagnolo infatti rialzatosi dopo la caduta è stato colpito dalla moto di Morbidelli riportando la frattura di femore, tibia e perone della gamba destra ed è stato portato in elicottero al vicino ospedale. Le condizioni della pista che risultava quasi asciutta in alcuni punti e completamente bagnata in altri ha portato a ripetuti rinvii della Q2 che è partita solo alle 16.35 italiane.

Volano le Ducati e Zarco, affondano le Yamaha ufficiali

La sessione decisiva per lo schieramento partiva quindi in condizioni di aderenza critica e piloti in pista con le gomme rain. Dopo i primi giri di assestamento erano le Ducati a portarsi nelle prime posizioni mentre iniziava lo sconcertante calvario delle Yamaha ufficiali. Dopo sessioni di prove libere asciutte che avevano visto soprattutto Vinales in grande evidenza, la pista umida mandava letteralmente in tilt piloti e team, Vinales, mandato in pista con una soft posteriore era costretto a rientrare al box al terzo giro, proprio mentre gli altri stavano fuori trovando ritmo e confidenza. Rossi restava in pista senza brillare per rientrare al box a poco più di 4 minuti dal termine. Cambio gomme e pilota rimandato in pista troppo tardi, col risultato di prendere bandiera per un paio di secondi. Vinales e Rossi sono undicesimo e dodicesimo, ultimi della Q2, e tutto questo mentre Zarco con la M1 satellite del team Tech 3 centrava la prima fila cedendo solo alle imprendibili Ducati.

Marquez in seconda fila

Sembravano le condizioni ideali per esaltare l’estro ed il talento di Marc Marquez ed invece il campione del mondo ha chiuso solo quinto, preceduto da Cal Crutchlow ed affiancato da Danilo Petrucci che chiude la seconda fila.In terza linea scatteranno Iannone, Smith e Miller mentre come detto solo quarta fila per Vinales e Rossi, preceduti anche da Alex Rins.

Così la Q2 della MotoGP

99 Jorge LORENZO SPA Ducati Team Ducati 306.1 2’10.155
2 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 306.0 2’10.314 0.159 / 0.159
3 5 Johann ZARCO FRA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 295.4 2’10.439 0.284 / 0.125
4 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 286.3 2’10.615 0.460 / 0.176
5 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 307.4 2’11.083 0.928 / 0.468
6 9 Danilo PETRUCCI ITA Alma Pramac Racing Ducati 294.5 2’11.317 1.162 / 0.234
7 29 Andrea IANNONE ITA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 273.8 2’11.495 1.340 / 0.178
8 38 Bradley SMITH GBR Red Bull KTM Factory Racing KTM 295.6 2’11.514 1.359 / 0.019
9 43 Jack MILLER AUS Alma Pramac Racing Ducati 303.1 2’12.173 2.018 / 0.659
10 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 292.2 2’12.504 2.349 / 0.331
11 25 Maverick VIÑALES SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 297.4 2’12.514 2.359 / 0.010
12 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 291.4 2’13.504 3.349 / 0.990
Alfonso Paduano

 

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP