MotoGP, ad Aragon Marquez centra l’ennesima vittoria

Marc Marquez centra l’ottavo successo stagionale in una gara il cui esito è apparso scontato fin dalla FP1 di venerdì. Una superiorità assoluta ed indiscutibile quella messa in mostra dal campione del mondo al quale mancano ora solo due punti per laurearsi matematicamente campione già in Thailandia.

Il podio è stato completato dalle Ducati di Dovizioso e Miller, un risultato a sorpresa viste le difficoltà incontrate dalle rosse nelle sessioni di prove. Delusione in casa Yamaha, con un secondo posto di Vinales sfumato a due tornate dalla fine a causa del macroscopico gap velocistico patito dalla M1 sui rettilinei del Motorland.

Ducati raccoglie il massimo, Yamaha podio sfumato

Se Marquez ha fatto quanto ci si aspettava, Dovizioso e Miller sono invece andati ben oltre le aspettative della vigilia. Il forlivese è stato come sempre abilissimo a gestire moto e gomme, mentre Miller dopo un inizio di gara gagliardo è stato capace di mantenere il ritmo e recuperare la posizione nel finale. Per quanto riguarda la Yamaha, gran gara di Maverick Vinales, secondo fino a poco più di due giri dalla fine e che si è dovuto arrendere alla maggiore velocità delle Ducati sul dritto. Un quarto posto di ‘Top Gun’ ed un quinto di Quartararo sono certo un bottino inferiore alle aspettative, anche se pur sempre migliore di quello dello scorso anno. Conferma invece l’ottavo posto del 2018 Valentino Rossi, che dopo un avvio discreto ha perso progressivamente terreno accusando alla fine ben 18 secondi dal compagno di squadra. Delusione anche in casa Suzuki, con Rins solo nono in rimonta dopo aver abbattuto al primo giro l’incolpevole Morbidelli- Gran giornata invece per l’Aprilia con Aleix Espargaro che ha chiuso settimo dopo aver tenuto il contatto con il gruppetto di testa per la prima parte di gara. Discreta anche la prova di un acciaccato Iannone, undicesimo con la seconda RS.GP.

La cronaca – Dominio Marquez, rimonta Ducati

Senza storia la lotta per la prima posizione, Marquez scattava al comando per non lasciarlo fino alla fine. Alle spalle del campione del ondo un volitivo jack Miller precedeva le Yamaha di Quartararo e Vinales e l’Aprilia di Aleix Espargaro seguito da Rossi e Dovizioso, quest’ultimo autore di un’ottima partenza. Subito al primo giro finiva la gara di Franco Morbidelli, abbattuto da un’entrata aggressiva di Alex Rins.Vinales si liberava presto di Quartararo occupando la seconda posizione mentre il francese perdeva lentamente terreno. Più indietro Dovizioso superava Rossi ed Aleix Epargaro mettendosi in caccia dei primi mentre il pesarese della Yamaha era superato anche da Crutchlow. Nel finale di gara Dovizioso e Miller si portavano alle spalle di Vinales superandolo inesorabilmente sul rettilineo grazie alla superiorità del motore Ducati. Marquez andava a vincere indisturbato precedendo le due Ducati che relegavano al quarto e quinto posto le Yamaha di Vinales e Quartararo. Sesta posizione per Cal Crutchlow davanti ad un bravissimo Aleix Espargaro con l’Aprilia. Ottavo posto per Valentino Rossi, protagonista di una gara incolore che precedeva Alex Rins, nono in rimonta ed il giapponese Nakagami che chiudeva la top ten. Andrea iannone finiva undicesimo davanti ad un irriconoscibile Danilo Petrucci, per il quale ormai si può parlare di piena crisi. Sedicesimo Francesco Bagnaia e addirittura ventesimo Jorge Lorenzo.

Le altre classi

In Moto3 vittoria schiacciante per Aron Canet davanti a Ogura e ad un ottimo Denis Foggia. Canet si è reso protagonista di una fuga solitaria durata per tutta la gara e con la vittoria odierna si porta a soli due punti dal capoclassifica. Dalla Porta, undicesimo al traguardo dopo una gara nelle retrovie.
In Moto2 vittoria del sudafricano Binder davanti a Navarro e ad Alex Marquez. Quarto posto per Marini e ottavo per Baldassarri. Grazie alla caduta di Fernandez nelle primissime fasi di gara, Marquez allunga decisamente in classifica ponendo una seria ipoteca sul titolo mondiale.
ORDINE DI ARRIVO MOTOGP
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 166.9 41’57.221
2 20 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 166.6 +4.836
3 16 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 166.6 +5.430
4 13 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 166.6 +5.811
5 11 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 166.4 +8.924
6 10 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 166.3 +10.390
7 9 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 166.3 +10.441
8 8 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 165.4 +23.623
9 7 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 165.1 +27.998
10 6 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 164.9 +31.242
11 5 29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 164.8 +32.624
12 4 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 164.8 +33.043
13 3 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 164.8 +33.063
14 2 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 164.8 +33.363
15 1 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 164.6 +36.358
16 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 164.3 +41.295
17 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 164.1 +42.983
18 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 164.1 +43.880
19 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Racing Team Aprilia 164.1 +44.279
20 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 163.9 +46.087
21 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 163.9 +47.308
CLASSIFICA GENERALE DOPO 14 PROVE
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 300
2 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 202
3 Alex RINS Suzuki SPA 156
4 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 155
5 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 147
6 Valentino ROSSI Yamaha ITA 137
7 Fabio QUARTARARO Yamaha FRA 123
8 Jack MILLER Ducati AUS 117
9 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 98
10 Franco MORBIDELLI Yamaha ITA 80
11 Pol ESPARGARO KTM SPA 77
12 Takaaki NAKAGAMI Honda JPN 68
13 Joan MIR Suzuki SPA 49
14 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 46
15 Andrea IANNONE Aprilia ITA 32
16 Francesco BAGNAIA Ducati ITA 29
17 Miguel OLIVEIRA KTM POR 29
18 Johann ZARCO KTM FRA 27
19 Jorge LORENZO Honda SPA 23
20 Tito RABAT Ducati SPA 18
21 Stefan BRADL Honda GER 16
22 Michele PIRRO Ducati ITA 9
23 Sylvain GUINTOLI Suzuki FRA 7
24 Hafizh SYAHRIN KTM MAL 7
25 Karel ABRAHAM Ducati CZE 5
Alfonso Paduano
alfonso.paduano,ògmail.com

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP