MotoGP, Marquez trionfa a Jerez davanti ad uno strabiliante Rins

Trionfo annunciato per Marc Marquez che torna al successo nella gara di casa riconquistando anche la vetta della classifica generale con un solo punto di vantaggio su Alex Rins.

Il pilota della Suzuki si è reso protagonista di un’altra grande prestazione cogliendo il secondo posto dopo la solita veemente rimonta. Terzo gradino del podio per Maverick Vinales, finalmente veloce e consistente e capace di resistere al ritorno di Dovizioso nelle fasi finali. Il forlivese manca ancora una volta il podio a Jerez ma porta a casa comunque punti preziosi, precedendo il compagno di squadra Petrucci e un Valentino Rossi autore di una gara di rimessa volta a limitare i danni. Dopo un eccellente avvio di gara le due Yamaha Petronas hanno raccolto solo un settimo posto con Morbidelli mentre Quartararo è stato cstretto al ritiro da un problema tecnico.
Marquez imprendibile, Ducati in difesa, Yamaha indecifrabile. Rins una certezza
L’analisi del passo di gara nelle FP4 e nel warmup non lasciava dubbi, il ritmo di Marquez era impossibile per chiunque ed appariva chiaro che se il campione del mondo fosse partito in testa avrebbe fatto gara solitaria. Ci si attendeva qualcosa di più dalle Ducati, ma forse la solita gestione delle gomme ha spinto molti a viaggiare di conserva per gran parte della gara. Come sempre poco decifrabile il potenziale delle Yamaha, con Vinales capace finalmente di concretizzare in gara quanto fatto vedere in prova e Rossi che dopo le difficoltà in qualifica ha impostato una gara sulla costanza per risalire qualche posizione chiudendo con un poco entusiasmante sesto posto. Chi continua a confermarsi su livelli altissimi è Alex Rins che con la sua guida morbida e fluida fa volare la Suzuki ottenendo il miglior risultato possibile oggi, il secondo posto. Il ragazzo spagnolo è velocissimo, non fa errori, ed è ormai da inserire tra i pretendenti al titolo.
La cronaca
Al via Marquez prendeva subito il comando delle operazioni precedendo le due Yamaha Petronas di Morbidelli e Quartararo con Vinales e Dovizioso subito dietro. Il campione del mondo non forzava nei primi giri consentendo a Morbidelli e Quartararo di mantenere il distacco sotto il secondo. Al quinto giro Rins in gran rimonta si portava già alle spalle di Dovizioso superandolo di lì a poco. Marquez in testa allungava progressivamente mentre Rins agguantava la coppia delle Yamaha Petronas. Al dodicesimo giro Quartararo passava Morbidelli per il secondo posto ma poco dopo il francese era costretto a rallentare per un problema al cambio. Rins saliva così al secondo posto mentre Morbidelli perdeva terreno e veniva superato da Vinales e Dovizioso. Rossi puntava sulla costanza recuperando lentamente posizioni fino a portarsi al sesto posto alle spalle di Petrucci. La gara non offriva grandi spunti, Marquez andava a vincere indisturbato precedendo Rins e Vinales, con quest’utimo capace di rintuzzare l’attacco finale di Dovizioso. Le due Ducati ufficiali chiudevano quarta e quinta davanti ad un rossi che limitava i danni. precedendo Morbidelli e le Honda di Crutchlow, Nakagami e Bradl che chiudeva la top ten. Ancora una gara deludente per Jorge Lorenzo, solo dodicesimo su una pista che in passato lo ha visto protagonista di ben altre imprese. Alla corsa non ha preso parte Andrea Iannone, vittima di una brutta caduta ieri. Per l’abruzzese scongiurata la frattura alla caviglia ma pilota dichiarato ‘unfit’ per la gara.
Le altre classi
In Moto3 gran giornata per il team di Paolo Simoncelli con la vittoria di Antonelli davanti al compagno di squadra Suzuki, un trionfo carico di significati. Terzo posto per Celestino Vietti, al secondo podio in sole otto apparizioni nel mondiale.
In Moto2, gara ridotta a soli 15 giri per una caduta di gruppo al primo start che ha obbligato la Direzione gara ad esporre la bandiera rossa. Terza vittoria stagionale per Lorenzo Baldassarri che torna al successo dopo lo ‘zero’ senza responsabilità incassato ad Austin. Navarro e Fernandez hanno completato il podio mentre Marini ha chiuso ottavo davanti a Bulega.
MotoGP, ordine di arrivo
25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.2 41’08.685
2 20 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.1 +1.654
3 16 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 161.0 +2.443
4 13 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Mission Winnow Ducati Ducati 161.0 +2.804
5 11 9 Danilo PETRUCCI ITA Mission Winnow Ducati Ducati 160.9 +4.748
6 10 46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 160.7 +7.547
7 9 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 160.7 +8.228
8 8 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 160.5 +10.052
9 7 30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 160.5 +10.274
10 6 6 Stefan BRADL GER Team HRC Honda 160.3 +13.402
11 5 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 160.2 +15.431
12 4 99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 160.0 +18.473
13 3 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.9 +20.156
14 2 5 Johann ZARCO FRA Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.5 +26.706
15 1 53 Tito RABAT SPA Reale Avintia Racing Ducati 159.4 +28.513
16 17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 158.8 +36.858
17 38 Bradley SMITH GBR Aprilia Factory Racing Aprilia 158.5 +41.390
18 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 158.5 +41.570
19 55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 158.0 +50.568
Classifica generale dopo quattro gare
1 Marc MARQUEZ Honda SPA 70
2 Alex RINS Suzuki SPA 69
3 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 67
4 Valentino ROSSI Yamaha ITA 61
5 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 41
6 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 30
7 Jack MILLER Ducati AUS 29
8 Takaaki NAKAGAMI Honda JPN 29
9 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 27
10 Franco MORBIDELLI Yamaha ITA 25
11 Pol ESPARGARO KTM SPA 21
12 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 18
13 Fabio QUARTARARO Yamaha FRA 17
14 Jorge LORENZO Honda SPA 11
15 Francesco BAGNAIA Ducati ITA 9
16 Joan MIR Suzuki SPA 8
Joan MIR Suzuki SPA 8
17 Miguel OLIVEIRA KTM POR 7
18 Johann ZARCO KTM FRA 7
19 Stefan BRADL Honda GER 6
20 Andrea IANNONE Aprilia ITA 6
21 Tito RABAT Ducati SPA 2
Alfonso Paduano

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP