Quando lo stile di guida incide sul consumo di carburante

E’ possibile risparmiare carburante modificando il proprio stile di guida? La risposta è sì. Consumare meno può in parte dipendere dal ‘rapporto’ che si ha con la propria auto.

Infatti, adottando semplici accorgimenti e uno stile di guida attento e scevro da condizionamenti esterni (traffico, mancanza di tempo ecc), diventa possibile ridurre il consumo di carburante della propria vettura, aumentandone l’autonomia. Inoltre, se ad una guida ‘smart’ viene associato anche un corretto programma di manutenzione, allora, in questo caso, i consumi possono calare anche sensibilmente, nell’ordine del 10-15%.

Gli accorgimenti da adottare per consumare meno

Come detto in principio, quando si è alla guida della propria auto si è spesso influenzati da fattori esterni, e allora vediamo quali consigli suggerire per rendere la guida fluida, risparmiare carburante ed ottenere una conseguente diminuzione delle emissioni inquinanti. Basterà osservare questi dieci semplici consigli:

Guida fluida e mai a scatti: la velocità deve essere mantenuta uniforme, moderando la pressione sull’acceleratore
Uso delle marce: passare alla marcia successiva una volta raggiunto il punto di coppia ideale (su alcune auto c’è il suggeritore di cambiata)
Frenata: usare il freno in maniera corretta, utilizzando il freno motore ed evitando frequenti cambi di marcia
Acceleratore: va sempre utilizzato in maniera graduale
Decelerazioni: anche in questo caso sfruttare il freno motore, rilasciando in maniera dolce e graduale il pedale dell’acceleratore
Pneumatici: osservare le pressioni di gonfiaggio corrette, uno pneumatico sgonfio peggiora aderenza e consumi
Motore: spegnerlo nelle lunghe code o quando è possibile (nelle moderne vetture si è aiutati dal sistema stop e start)
Accendisigari: non usare la presa come caricabatterie (smarthphone, tablet ecc.)
Climatizzatore: un uso prolungato incide sul consumo.
Bagagli: se non necessari, il tetto dovrà essere libero da portapacchi, portasci ecc.

La corretta manutenzione gioco un ruolo determinante

Sempre per le medesime ragioni citate in precedenza si è spesso portati a trascurare la propria auto, rimandando di continuo la manutenzione programmata. Questo, oltre a rendere la vettura meno sicura, contribuisce a far lievitare, anche in maniera sensibile, i consumi di carburante. Ecco allora alcune indicazioni da seguire per porre in equilibrio sicurezza e risparmio di carburante:

Intervalli di manutenzione: osservarli tutti e in maniera scrupolosa, così come dettato dalle Case (sulle auto moderne gli intervalli sono ormai molto lunghi, ogni 25/30mila Km)
Pneumatici: oltre a mantenerli sempre alla pressione di gonfiaggio corretta – da misurare a freddo – ricordarsi di utilizzare gli invernali solo nella stagione fredda o quando previsto e di non variare mai la dimensione degli pneumatici, perché si rischia di peggiorare le prestazioni ed incidere negativamente sui consumi di carburante.
Sostituzione dell’olio: quando previsto dagli intervalli di manutenzione.

Consigli pratici

E’ possibile risparmiare ulteriormente carburante seguendo alcune semplici accortezze, legate al buon uso della propria auto, vale a dire:

Finestrini: se lasciati aperti durante un viaggio, il consumo di carburante può aumentare

Carico: evitare di sovraccaricare troppo il veicolo

Utilizzo servizi: l’uso di alcuni servizi di bordo (ventola, proiettori, lunotto termico) può incidere sul consumo, mentre l’utilizzo continuo del climatizzatore può in alcuni casi farli lievitare fino al 25%

 

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP