Sul Circuito di Siena la terza selezione di Rally Italia Talent 2019

La terza selezione di Rally Italia Talent, giunto alla sesta edizione, avrà luogo sul tortuoso tracciato del Circuito di Siena, a Castelnuovo Berardenga (SI), da venerdì 25 a domenica 27 gennaio.

Quello senese è il terzo dei nove appuntamenti in cui si articola la prima fase di questo talent, creato nel 2014 da ACI per dare la possibilità ad aspiranti piloti e navigatori di partecipare gratuitamente a un vero rally. E per fare emergere i migliori candidati quest’anno l’organizzazione ha scelto come Auto Ufficiale Suzuki SWIFT SPORT, utilizzata in tutti i momenti del contest, dalle fasi preliminari locali alle finali nazionali. Una partnership, questa, che la Casa di Hamamatsu ha siglato con grande orgoglio, vedendo espressi nel programma valori in cui crede fermamente, come una sana competitività e la spinta a impegnarsi con tenacia per superare i propri limiti.

Partenza a razzo

Rally Italia Talent 2019 è partito a tutto gas. Le prime due selezioni, svoltesi negli scorsi fine settimana in Lombardia e in Sardegna, hanno fatto registrare un’enorme affluenza di appassionati. In questi giorni le iscrizioni online sono andate avanti ancora a ritmo sostenuto sul sito www.rallyitaliatalent.it, dove sono pubblicati calendario delle prove, regolamento e modulistica, tanto che gli 8.000 posti previsti per questa annata stanno ormai per esaurirsi. Anche in questo terzo weekend del talent saranno dunque in molti a contendersi l’accesso alle fasi successive in ciascuna delle categorie previste (Under 18, Under 23, Under 35, Over 35, Femminile, Licenziati Aci Sport e Non Licenziati).

Trampolino di lancio

Nelle cinque edizioni sin qui svoltesi Rally Italia Talent ha realizzato il sogno di 30 aspiranti piloti e di altrettanti aspiranti navigatori, portandoli a partecipare gratuitamente a una gara valida per i Campionati o i Trofei titolati ACI Sport. E anche quest’anno chiunque può mettersi alla prova per cercare di guadagnarsi un posto nella squadra ufficiale di Rally Italia Talent. Tutti possono infatti partecipare alle selezioni, anche chi non ha mai corso: non sono necessarie neppure la patente di guida o la Licenza ACI SPORT. L’unico requisito indispensabile per cimentarsi a bordo di Suzuki SWIFT SPORT e avere la chance di dimostrare il proprio talento è avere compiuto 16 anni (per i minorenni è necessaria la liberatoria dei genitori). E proprio i più giovani stanno rivelando quest’anno un grande interesse per l’iniziativa, segno che la passione per il motorsport è viva anche nelle nuove generazioni.

La sportiva perfetta

SWIFT SPORT è l’auto ideale mettere in risalto le qualità dei partecipanti a Rally Italia Talent e per aiutarli a migliorarsi con i consigli degli istruttori. Grazie a un peso a vuoto di soli 975 kg, alla generosità del motore 1.4 BOOSTERJET da 140 cv e a un assetto perfettamente calibrato, la hot hatch di Hamamatsu risponde in modo fulmineo e preciso a tutti comandi. Qualsiasi azione sul volante, sull’acceleratore e sui freni si traduce in manovre incisive ed efficaci, come su una vera auto da corsa, Coinvolto nella guida in assoluta naturalezza, il pilota sente di essere un tutt’uno con la macchina e vive un’esperienza di guida unica ed esaltante.

Dalla parte dello sport

L’impegno di Suzuki nel panorama rallistico nazionale per il 2019 non si esaurisce con partecipazione al Rally Italia Talent. Così come negli anni passati, la Casa di Hamamatsu organizza infatti due trofei monomarca, la Suzuki Rally Cup e il Suzuki Rally Trophy. Entrambe le serie danno ai piloti e ai team privati l’opportunità di schierarsi al via sicuri di correre ad armi pari e di divertirsi senza spese esorbitanti nelle gare mozzafiato del Campionato WRC e dell’Italiano Rally.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’8° posto nella classifica mondiale delle vendite (fonte JATO), con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di Suzuki Loom Manufacturing Co. Nel 1954 l’Azienda diviene Suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce Suzulight la prima automobile a marchio Suzuki, seguita nel 1970 da Jimny serie LJ10, il primo 4×4 compatto. Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, anche nei settori dei motocicli e dei motori marini fuoribordo puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

Giornalista Pubblicista Docente di educazione e sicurezza stradale Membro della Commissione Sportiva ACI-CSAI Campania Co-autore e conduttore del format TV Motor & Fashion Direttore responsabile della testata giornalistica online Motor & Fashion Magazine (piattaforma crossmediale sul mondo dell'Automotive, dei Motori, del Motorsport, della Moda, del Lifestyle e degli Eventi) Istruttore di Guida Sicura, Guida Sportiva Guida Veloce, Drifting Istruttore di Guida Sicura/Difensiva (Certificazione AIASCERT/Milano n° 008/2016) Istruttore di guida sicura della scuola di pilotaggio ASC Quattroruote Co-fondatore e Direttore Commerciale di "Guidare Sicuri" prima Scuola di Pilotaggio auto della Campania Referente tecnico ACI-Delegazione Napoli per la formazione negli istituti scolastici Formatore Driver Tester


TOP